ITA
/
ENG
top

Gruppo Roncaglia

16/10/2018

Ecco i temi nodali per capire gli scenari che ci attendono

Se ne parla il 19 ottobre a Roma alla “Giornata del Futuro”, evento sulle trasformazioni che stanno cambiando il nostro modo di vivere

Quattro speaker di grande prestigio e autorevolezza intervengono su quattro temi centrali per prefigurare gli scenari che ci attendono: è questa la formula della “Giornata del Futuro”, evento ad inviti che il Gruppo Roncaglia organizza il 19 ottobre prossimo a Roma, presso l’Auditorium  del Museo dell’Ara Pacis, in via di Ripetta 190, dalle ore 9.00 alle 13.00.

Carlo Ratti, architetto, ingegnere e  docente al MIT, delinea il futuro delle nostre città; sul futuro dell’intelligenza artificiale interviene Enrica Filippi, da anni ingegnere in Silicon Valley ed esperta in machine learning e cloud computing; il futurologo, matematico e fisico Ian Pearson affronta il tema della relazione uomo macchina, mentre Daniele Chieffi, Responsabile della comunicazione digitale e della Content Factory di AGI, si occupa del futuro dell’informazione. Luca De Biase, giornalista e saggista, fondatore di Nova 24, modera il dibattito.

Gli speaker della Giornata del Futuro

Internet sta entrando nello spazio fisico, il dominio tradizionale dell'architettura e del mondo della progettazione, e sta aprendo la porta a una varietà di applicazioni che possono andare a toccare diversi ambiti: dall'energia alla mobilità, dai processi produttivi alle dinamiche di partecipazione civica.  “Seanseable cities”, l’intervento di Carlo Ratti, approfondirà questi argomenti alla luce dei progetti sviluppati nel Laboratory diretto dallo stesso Professore al Massachusetts Institute of Technology.

“Costruire un futuro senza machine intelligence divide” è l’intervento di Enrica Filippi, che illustra come, entro pochi anni, il machine learning sarà un elemento integrante della maggior parte dei prodotti nel settore dell'informazione, della comunicazione e dell’automazione.  

“Il futuro della relazione Uomo-macchina”  viene prefigurato nell’intervento di Ian Pearson, in cui si esplora un quotidiano radicalmente trasformato da IA emotive e coscienti che, oltre a svolgere molti lavori, sapranno intrattenere delle vere relazioni, sia con gli esseri umani che fra di loro.

“L’informazione e il triceratopo di Spielberg”, l’intervento di Daniele Chieffi, descrive un ecosistema dove l’informazione è allo stesso tempo un fenomeno sociale e un prodotto industrializzato, governato dalla percezione e regolato da nuovi soggetti, dove coesistono libertà e manipolazione, verità e finzione, controllo e anonimato, business e gratuità.

Nell’ambito dell’evento gli speaker risponderanno alle domande del pubblico in sala e dal web.